La festa di Ognissanti

Alla scoperta delle origini della festa del 1 novembre

by Francesco Canale

Anche quest’oggi, come ogni anno, cade la celebre “Festa di Tutti i Santi”: è una festività cristiana e civile (difatti non si lavora) che celebra e onora tutti i Santi canonizzati e non, oltre ad essere considerato il giorno in cui si festeggia l’ onomastico delle persone il cui nome non compare nel calendario cristiano.

Tale festa sembra risalire alla cultura celtica, la cui tradizione divideva l’anno solare in due parti : una prima in cui vi era la nascita e il rigoglio della natura e una seconda in cui quest’ ultima entrava in letargo e moriva. L’ inizio di questi due periodi veniva perciò festeggiato: il primo, durante il mese di maggio e il secondo a fine ottobre. Questi due giorni si chiamavano rispettivamente Beltane e Samhain. Anche i romani festeggiavano un giorno simile, per significato, al Samhain: la festa in onore di Pomona, istituita per salutare la fine del periodo produttivo per l’agricoltura e ringraziare la terra per i frutti ricevuti.

Quando Roma conquistò la Gallia, le due feste, celtica e romana, si integrarono. In seguito i festeggiamenti caddero in un solo giorno e precisamente tra la notte del 31 ottobre e il primo novembre. Questa notte veniva chiamata “Nos Galan-Gaeaf”, cioè la “notte delle calende d’inverno”, che era il momento di maggior contatto tra il mondo dei vivi e quello dei morti. Con l’affermarsi del cristianesimo e il susseguirsi dei secoli, al significato di questa festa, prettamente pagano, se ne volle sostituire uno puramente religioso: nel VII secolo Papa Bonifacio IV tentò inizialmente di abolire la festa pagana ma, tale idea, avendo come probabile effetto quello di una rivolta del popolo, assai legato alle tradizioni, fu abbandonata. Si decise di istituire il 13 maggio la Festa di Ognissanti, giorno in cui poter onorare i santi.

Circa due secoli più tardi, e più precisamente nell’835, Papa Gregorio IV fece coincidere la data della festa cristiana di Ognissanti o di Tutti i Santi con quella pagana per diminuire ancor di più il peso dell’antico culto precristiano: venne scelto come giorno celebrativo il 1° novembre.  Nel 1475, la festività di Ognissanti venne resa obbligatoria in tutta la Chiesa d’Occidente da Sisto IV. Il culto pagano, però è sempre sopravvissuto nella cultura dei popoli europei fino ai giorni nostri. Infatti, la notte di “Nos Galan-Gaeaf” dell’antica cultura celtica viene rievocata, soprattutto nei paesi di cultura anglosassone, nella notte di Halloween.

Il significato di questa parola è proprio “vigilia di di Tutti i Santi” (“All Hallows” significa “Tutti i Santi” ed “eve” vuol dire “Vigilia”).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Translate »